Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cure e ausili ecologici per la salute  

su www.benessereecologico.it


Cattiva Digestione e Batteri

Consulenza Medica Ecologica

 Il gas e i tutti eccessivi sono un’altra piaga degli anziani. Preferirebbero non andare in chiesa o a trovare un amico piuttosto che sentirsi imbarazzati in questo modo.

 Masticare

Inizia tutto dallo stomaco anche se masticare bene il cibo è essenziale per una buona digestione. Le dentiere devono corrispondere perfettamente in modo che nella bocca non si sviluppino delle piaghe. Utilizzare delle colle per dentiere non costituisce una buona alternativa ed inoltre queste sono tossiche. La dentiera di  plastica spesso è tossica e nella sua composizione contiene anche del mercurio! Le tossine della plastica possono uscire e abbassare l’immunità della bocca, della gola e dello stomaco, dato che tutto vi fluisce dentro. Una bassa immunità della bocca può causare delle infezioni alla gola che diventano croniche. Se il vostro caro ha la bocca o la gola rossa, invece di essere rosa, si sta verificando un’infezione anche se non si lamenta e non ha la tosse.

 Non gli fa bene continuare a fare lo zapping dei batteri se l’infezione si verifica di nuovo con tanta facilità. Innanzitutto uccidete i batteri che si trovano nelle dentiere mettendole nell’alcol etilico al 70%. Poi fate il test alla dentiera e cercate le tossine che la infestano. Mettete la dentiera nell’acqua per varie ore. Sciacquatela e immergetela di nuovo nell’acqua fresca. Ripetete una terza volta per accertarvi che qualsiasi tossina trovata proveniva dalla dentiera e non dalla saliva. Tenete da parte quest’acqua per fare il test. Cercate i metalli pesanti nell’acqua della dentiera. Se ne trovate, saprete che la dentiera è tossica! Compratene una nuova fatta di metacrilato non colorato .

 L’immersione della dentiera nel liquido dovrebbe uccidere i batteri ogni notte. La plastica ha dei piccoli pori dove possono nascondersi i batteri. Usate dell’alcol etilico al 70% che preparerete da soli oppure della vodka semplice che è composta circa dal 50% di alcol. Dato che l’alcol evapora ed è costoso, usate un contenitore dall’apertura grande che abbia una chiusura non di metallo. Tirate fuori il tutto con lo spazzolino da denti così anche questo si sterilizzerà. Rivorranno solo pochi minuti per uccidere tutto. I prodotti in commercio per la pulizia delle dentiere sono molto più tossici dell’alcol etilico: non usateli.

 Usate del perossido di idrogeno per cibi oppure dell’acqua salata per lavarvi i denti, mai il dentifricio. Il dentifricio contiene dei metalli tossici (stagno, fluoruro,stronzio) oltre al benzene. Vedete la sezione sul lavaggio dei denti (a pag. 475) per dettagli e fonti. Se siete voi i responsabili di questo compito giornaliero, usate, innanzitutto, un filo interdentale fatto in casa (fil di nylon da pesca con resistenza da uno a due chili) poi spazzolate. Se il vostro caro è seduto magari riesce ad usare lo spazzolino da solo, e questo lo renderà orgoglioso.

 Se una persona anziana rifiuta di mettere la dentiera oppure non riesce ad indossarla, fate in modiche il cibo sia morbido e senza pezzi grandi dato che l’anziano lo stomaco è il punto debole del processo digestivo dato che fondamentalmente non produce acido a sufficienza per fare il suo lavoro.

 

 

 Acido dello stomaco

Lo stomaco produce acido cloridrico (HCL) che viene spinto nello stomaco dal sangue! E’ coinvolto l’enzina anidrasi carbonica, un enzima dello zinco. Non ci sono molti modi per stimolare questo processo. Bere acqua prima dei pasti lo stimola in modi non noti, ma è difficile farlo per gli anziani. Il modo migliore è quello di fornire dell’acido.

 Dato che un HC1 forte dissolverebbe i denti e non è disponibile in soluzione per aiutare la digestione, chiedete ad un farmacista di preparare una soluzione di HCL1all’1% e usatene 10 gocce in una bevanda durante il pasto, una volta al giorno. L’HC1 in tavoletta (“Betaina HC1”) è disponibile ma non contiene sufficiente HC1.

 Usare una bevanda con del limone, dell’aceto o del miele,aiuta la digestione anche se crea dell’acido citrico o acido acetico, non dell’acido cloridrico. Questi acidi sono completamente metabolizzati perciò non aumentano l’acidità del corpo. Ma il fatto che non si tratti di acido cloridrico significa che non è in grado di uccidere batteri e parassiti nello stomaco come potrebbe fare l’acido cloridrico normale.Lo stomaco diviene un rifugio per la salmonella e per altri batteri e questo è il problema digestivo maggiore per gli anziani. La Salmonella scava profondamente nelle pareti dello stomaco, al sicuro dagli antibiotici e dagli acidi dello stomaco e non viene lavata via con il cibo. Quando occupa la regione più in alto dello stomaco, indebolisce lo sfintere esofageo e il cibo continua a tornare un po’ su – uno sviluppo piuttosto fastidioso, in particolare dopo cena quando si sta sdraiati.

 Quando la salmonella si diffonde ancora per invadere il diaframma attorno allo sfintere, il diaframma si indebolisce, e fa uscire un po’ dello stomaco dal buco.

 Questo provoca uno stress da ernia iatale . Non fate sedere il vostro caro su una poltrona dopo cena. Questo presso lo stomaco verso l’alto e con esso il cibo. Lasciatelo seduto al tavolo per un po’, poi fatelo camminare per far scendere il cibo che scenderà ulteriormente se riuscirà ad uscire dallo stomaco dalla parte pilorica inferiore. Ma se la Salmonella si trova là, la parte inferiore non ha la forza sufficiente per spingere il cibo attraverso la valvola. Per velocizzare il processo vengono prescritti dei famaci come il Regalan. 

Quello che aiuta di più è il completamento della digestione, che provoca lo stimolo per lo svuotamento. Le tavolette di enzimi digestivi sono state usate per aiutare la digestione ma potrebbero non essere sicure dato che non sono state sterilizzate. Cercate innanzitutto sempre di usare il metodo con l’aceto e  il miele. Tossire mentre si mangia è segno che il diaframma è irritato (da un’ernia iatale). Se l’acqua provoca la tosse,omettetela all’inizio dei pasti. Fatene bere un po’ a sorsi durante il pasto.

 Salmonella e Shigella

Alcune infezioni da Salmonella possono provocare capogiri all’anziano. I capogiri sono un’altra afflizione degli anziani, che impediscono loro di andare a fare spese, di andare in chiesa e anche di muoversi in casa. Per questi sintomi vengono prescritti dei medicinali come l’Antivert che però risolvono solo parzialmente il problema. Il fatto di avere dei capogiri costringe i nostri cari a stare a casa e a camminare con l’ausilio di un bastone qualsiasi movimento vogliano fare.

 La salmonella e la shigella producono delle sostanze molto tossiche che provocano le vertigini. Ci sono tre varietà comuni di salmonella: salmonella enteriditis, salmonella paratyphi e salmonella typhimurium (386, 380, 354 KHz). Uccidete la Salmonella tutti i giorni per un mese prendendo lo iodio Lugol (6 gocce in mezzo bicchiere d’acqua, dopo i pasti e prima di andare a letto, vedi ricette). Sfortunatamente, questo non ucciderà la shigella; seguite il programma intestinale  per sterminarla.

Durante questo periodo stabilite un sistema per sterilizzare tutti i latticini dato che questi sono la fonte delle infezioni. Iniziate anche a pulirvi le dita (e le unghie) con l’alcol etilico al 10%). Anche i piatti elaborati e le insalate dei ristoranti contengono la salmonella e la shigella. Se non avete modo di evitare questi cibi uccidetele, regolarmente, dopo aver mangiato. Uno stomaco caldo pieno di cibo ad un pH neutro è proprio il tipo di coltura ideale per questi batteri. E’ come mettere del lievito in un contenitore pieno di acqua tiepida, farina e zucchero. Dopo mezz’ora crescerà al punto da uscirne.

 Una volta che la salmonella si barrica in un organo sarà difficile eliminarla. Solamente uno zapping elettrico sarà in grado di ucciderle tutte (in un organo, non nell’intestino) Se il vostro corpo ha le condizioni giuste (come uno stomaco poco acido) per farle crescere, non osate mangiare ancora cibo contaminato! Anche la shigella arriva con i latticini ma preferisce la parte più bassa dell’intestino come quartiere generale. L’indigestione che inizia proprio appena aver finito di mangiare è probabilmente dovuta alla salmonella. Se la vostra indigestione arriva di notte, allora è possibile che si tratti della shigella, dato che in questo  lasso di tempo avrà avuto la possibilità di raggiungere la parte più bassa.

Il Campylobacter e l’E.Coli, altri batteri della digestione, sono a volte i colpevoli. Il programma intestinale è efficace anche contro di loro. Oltre a migliorare la digestione, migliorate mentalmente, sarete meno depressi, avrete meno vertigini e sarete meno irritabili dopo averli eliminati. Ricordate che mangiare i batteri e poi ucciderli non risolverà completamente il problema. Smettete di mangiarli.

 Altri indizi

I problemi di digestione che rimangono dopo aver eliminato i batteri possono essere diagnosticati in modo razionale. Ponetevi le seguenti domande:

  •  Le feci sono di colore arancio-giallastro, oppure molto chiare invece di essere marrone verdastro?    Se sì la bile non viene inviata all’intestino tenue dal fegato
  • Ci sono dolori addominali?). Questo potrebbe essere dovuto agli   ascaris, ai trematodi oppure ad altri parassiti
  • C’è costipazione? Questo farà sì che i residui si accumulino, permettendo ai batteri di vivere di essi
  • C’è gonfiore? E’ dovuto al gas prodotto dai batteri.

·       Le feci galleggiano? Se sì devono essere più leggere dell’acqua e contenere molta materia non digerita

 Bile nel fegato

La bile è necessaria per la digestione. L’assorbimento del grasso e del calcio dipende dalla bile che si mescola con il cibo. Quando il grasso non viene assorbito, rimane nell’intestino. Il grasso è più leggero dell’acqua, fa galleggiare le feci. Le feci non devono galleggiare. Quando galleggiano potete dare per scontato che il calcio non viene assorbito e lascia il sangue in una situazione di carenza che lo porterà a prenderlo dalle ossa.

Se le feci galleggiano o sono di colore arancione preparate il vostro anziano per una pulizia del fegato per pulire il dotto biliare liberandolo dalle ostruzioni.

Gli piaceranno queste pulizie e vi chiederà di farle ancora. Le pulizie del fegato sono assolutamente sicure anche per chi ha passato gli 80 anni. Le regole generali si applicano anche alle persone molto anziane: uccidete tutti i parassiti con lo zapping innanzitutto e se è possibile, altrimenti usate le erbe. Fate la pulizia del fegato usando la metà della dose anziché quella regolare, per una durata dalle tre alle sei settimane. Aiutate il vostro caro personalmente durante la pulizia del fegato. Tenete un pitale vicino al letto, proteggete il letto dagli inconvenienti dell’incontinenza: usate della biancheria di carta se necessario. Condividete la gioia di espellere i calcoli biliari senza dolore con il vostro caro, fateglieli vedere e contateli. State molto attenti con la pulizia della pelle. L’acqua calda lenisce e guarisce. Usate un lenitivo per la pelle a base di amido da mettere sulla salvietta di carta inumidita, oltre ad una soluzione di borace ed alcol. Non usate del sapone. L’addolcente per la pelle a base di amido dà la stessa leggerezza del sapone e previene il dolore della frizione. Una persona anziana può assumere i sali Epsom senza avere la diarrea! Evidentemente il corpo assorbe il magnesio così volontariamente che non ne viene lasciato nell’intestino nemmeno un po’ che possa assorbire l’acqua provocando la diarrea. E’ particolarmente importante però reidratare la persona anziana dopo la diarrea. Questa volta non vi ostacoleranno quando vorrete dare loro da bere.La pulizia del fegato, pare, dia loro una nuova sete oltre che un rinnovato appetito. Ma non durerà a lungo. Man mano che i calcoli dagli angoli lontani del fegato si sposteranno in avanti, si compatteranno in calcoli più grandi e chiuderanno di nuovo i dotti. I loro sintomi precedenti ritorneranno. Provate a fare una pulizia una volta al mese finchè il colore delle feci ritornerà scuro e queste non galleggeranno più.

I benefici di una pulizia del fegato dureranno più a lungo se il giorno dopo la pulizia e nei giorni successivi si assumerà della valeriana. Potrebbe anche prevenire lo spasmo dei dotti biliari. Usate 60 g di erba (tagliata) in tre bicchieri d’acqua, fate bollire lentamente per 5-10 minuti, fate riposare o mescolate. Aggiungete miele per dolcificare. Datene 4 cucchiai ogni 4 ore (oppure 6 capsule) per vari giorni seguiti da una dose giornaliera prima di andare a letto.

Costipazione

Se la costipazione è un problema, usate un prodotto a base di erbe piuttosto che un medicinale se avete rimosso la causa. La cascara sagrada (mezza dose) o le prugne funzionano per molti. Aggiungere crusca di cereali all’alimentazione è una buona soluzione ma spesso non funziona. Se provate con la semola, dovete aggiungere la vitamina C e bollirla perché è piena di muffe. Ma anche se  si mangiasse un prato intero per cena non si riuscirebbe a muovere un intestino che contiene i batteri sbagliati. I batteri fanno parte della causa e parte del risultato! La costipazione aumenta il livello batterico che provoca ulteriore costipazione! Potreste risolvere il problema della costipazione immediatamente con lo zapping. Anche se questo uccide alcuni batter “buoni”, non viene fatto alcun danno. Le feci verranno ricolonizzate nel giorno di due giorni.

Espellete defecando, i vostri problemi

Due movimenti intestinali al giorno sono il minimo necessario per una buona salute. Il primo deve avvenire di mattina. Un bicchiere d’acqua di mattina, bevuto quando si è ancora a letto ha la capacità magica di far muovere l’intestino. L’acqua fredda potrebbe non riuscirci. Ma l’effetto dell’acqua funziona solo di mattina presto. Aspettare fin dopo colazione potrebbe non funzionare. Notate l’energia che aumenta nel vostro caro utilizzando questo rimedio, molto primitivo di ripulirsi. Cogliete questa occasione per fargli fare un po’ di ginnastica, per esempio una passeggiata mattutina. Questo potrebbe essere l’unico momento della giornata in cui si gode la passeggiata.

Camminate e pulire il fegato sono le attività che meglio promuovono la salute tra quelle che potete fare per il vostro caro.

 Rendete la camminata un fatto essenziale come quello di nutrirsi. Camminare non è solamente camminare in giro per la casa o andare a fare spese. Camminare è un’attività che deve essere fatta all’aperto. Camminare è un esercizio che rende vivaci. Bisogna camminare il più velocemente possibile e per almeno mezz’ora. Solo se il tempo non permette di camminare all’aperto allora lo si può fare al chiuso. Non permettete all’anziano di scegliere se farlo o no. Per superare la resistenza, trovate una persona che vi aiuti. La necessità di rispondere ad uno sconosciuto darà energia all’anziano più della vostra capacità di persuasione.

 Regolazione degli zuccheri

Il diabete si sviluppa facilmente negli anziani. Se il vostro caro già prende delle pillole per un principio di diabete, consideratela una sfida per non farlo peggiorare. Non si tratta di un deterioramento metabolico cronico. Si tratta di una distruzione del pancreas (in particolare degli isolotti) da parte del trematode intestinale che viene attratto dal pancreas dall’alcol metilico. Fate lo zapping ai trematodi ed eliminate l’alcol metilico come descritto nella sezione sul diabete Non usate dolcificanti artificiali e nessuna bevanda che non sia latte, acqua e le ricette descritte in questo libro. Si tratta di un regime che non dispiacerà al vostro caro. Gli anziani sono ben motivati a prevenire la necessità di farsi fare delle iniezioni di insulina tutti i giorni. Usate questa motivazione per convincerli a mangiare cibi e bevande nuovi.

 Problemi di digestione

Ruttare, avere dei gonfiori intestinali e della flatulenza sono tutti segni che la vostra digestione non è perfetta. Che cos c’è che non va? Il rutto è semplicemente del gas che esce dall’alto. I gonfiori intestinali sono dovuti a bolle di gas che provocano una pressione. Il nostro corpo non produce gas!

 Il gas può essere prodotto unicamente dai batteri. La conclusione immediata è che i batteri stanno crescendo nel vostro tratto digestivo (stomaco e intestino) e non dovrebbe essere permesso loro di farlo. E’ probabile che siano i batteri enterici comuni (del tratto digestivo): la salmonella, la shigella, l’E. Coli, i bacteroides fragilis.

Potreste desiderare identificarli prima di ucciderli con lo zapper. Oppure potete spazzare via tutta la gamma batterica e virale uccidendola con un generatore di frequenze. I buoni effetti possono sentirsi dopo un’ora anche se gli ultimi gas magari ci impiegano dei giorni per uscire. La Salmonella e i bacteroides fragilis sono due tipi di batteri che possono mangiare la bile e che possono fare a meno dell’ossigeno perchè si trovano comunemente nel fegato. I bacteroides probabilmente sono fuggiti dal loro ospite, il nematode o l’ascaris. La salmonella probabilmente è arrivata insieme ai latticini non sterili.

Se avete un problema intestinale che riguarda la digestione o provoca dolore, iniziate immediatamente a bollire tutti i latticini. Smettete di mangiare quelli che non possono essere bolliti: panini al formaggio, yogurt gelato. Devono stare a temperatura di ebollizione per 10 secondi. I batteri si trovano nel fegato perché è il fegato che ha cercato di farli uscire dal vostro sangue e dalla linfa per ucciderli con la bile, invece essi si sono ribellati ed hanno “mangiato” la bile, facendole assumere una colorazione marrone. Ora, ogni volta che il fegato fa passare la bile nell’intestino ( e nello stomaco), una popolazione di questi batter la segue. L’intestino diviene una massa in fermento di batteri, che bolle man mano che questi producono C02, S02,H2S, CO (anidride carbonica, biossido di zolfo, acido solfidrico, monossido di carbonio). Alcuni di questi gas sono piuttosto tossici.

Aiutate il vostro fegato ad espellere il suo sovraccarico di batteri con la pulizia del fegato finchè la bile non sarà di colore verde luminoso e i vostri movimenti intestinali saranno di colore marrone scuro. Senza il verde della bile aggiunto all’intestino, le feci  rimangono di un colore chiaro o simile al tannino, giallo o arancione! Quando deciderete di smettere di mangiare cibi inquinati, ucciderete i batteri pulirete il fegato, la digestione ritornerà di nuovo normale. Naturalmente ci deve essere acido a sufficienza nello stomaco e gli enzimi digestivi devono essere prodotti in quantità sufficiente per render possibile una buona digestione, altrimenti il cibo rimastovi sarà di nutrimento per  i batteri in attesa.

 Le persone che soffrono di problemi digestivi cronici potrebbero trovar anche la presenza di piombo, cadmio o mercurio nel proprio intestino! Il loro corpo ha trattenuto queste tossine nell’intestino per impedire che arrivassero agli organi vitali. La cattiva notizia è che la loro presenza qui potrebbe provocare una malattia intestinale. Le tossine che si trovano nell’intestino inibiscono il sistema immunitario (qui i globuli bianchi si trovano coagulati e sono detti Placca del Peyer), impedendogli di inglobare i batteri enterici “cattivi”. Forse i batteri “buoni” che si trovano nell’intestino sono troppo tossici per viverci. Pulite il metallo dentale. Cercate il piombo e il cadmio nell’acqua che bevete. Dopo aver migliorato il vostro stile di vita continuate a fare la pulizia del fegato. Mantenete alti i vostri obiettivi: una pancia piatta che si sente piena di energia, senza eruttazioni  o gas.

Dr. Ma tonti Catello

RICHIESTA di CONSULENZA 

Per la  richiesta di Consigli e Pareri per : Terapie Ecologiche  , Alimentazione Ecologica , Acqua magnetizzata  e altri argomenti 

per  Patologia Specifica

aprire il modulo contatti o servirsi dell'indirizzo e-mail

 

                                                

e-mail  matonti6@hotmail.com

 

  
 
       
  •                                                             I dati raccolti da questo sito non verranno ceduti a terze parti.
    Ai sensi della legge sulla Privacy N° 675/96 e successive modifiche, la compilazione
    e l'invio del form costituisce esplicita autorizzazione alla detenzione e trattamento dei dati personali che servono esclusivamente
    per aiutarvi con le vostre richieste.

 

 

  •  

 

 


Non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi di auto-diagnosi o auto-prescrizione
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi al vostro medico di fiducia 

Se volete potete inviate i vostri quesiti alla nostra segreteria per avere una risposta redatta  da  un medico-chirurgo.